Come Favorire la Conversazione sul Blog Aziendale

Se si scrive un blog aziendale, è probabile che si desideri anche che la gente lo legga. Personalmente preferisco utilizzare il termine “socializzare” in contrapposizione a “promuovere”. Come aspetto predominante bisogna adottare una strategia mediatica per favorire la conversazione sul blog aziendale.

Dopo aver esaminato attentamente gli obiettivi per il vostro blog aziendale, dovete porre l’attenzione su alcuni modi per socializzare con questo strumento.

Questo elenco non è esaustivo, ma è pur sempre un buon inizio:

Utilizzate su Twitter messaggi accattivanti che possano stuzzicare la curiosità del lettore

Pubblicate un link su Twitter con un titolo che catturi l’attenzione del lettore. No limitatevi a pubblicare soltanto il link del post del vostro blog.

Mettetevi sempre nei panni di coloro che poseranno gli occhi sul vostro tweet e chiedetevi: «Mi incuriosisce?» oppure «No, non è per niente interessante!»

Assicuratevi inoltre di utilizzare le hashtag per permettere alle persone interessate all’argomento di discutere il vostro post.

Promuovete il blog aziendale con Linkedin attraverso l’aggiornamento automatico e i gruppi di discussione

Integrate il blog aziendale con il vostro profilo Linkedin e con quello dei vostri collaboratori in azienda. Ogni aggiornamento apparirà automaticamente nei profili in uso. Potete anche aggiornare il proprio stato (su cosa stai lavorando ora?) con un link e un titolo.

Ad esempio nel mio profilo di Linkedin, ho integrato il mio blog aziendale mediante feed rss. Ogni volta che pubblico un nuovo post, quest’ultimo verrà automaticamente segnalato all’interno della bacheca.

Dovreste prendere in considerazione anche la creazioni di gruppi di discussione su Linkedin inerenti all’argomento del vostro blog. Anche in questo caso, ho creato un gruppo per la promozione del corporate blogging dove segnalo agli iscritti i post più interessanti del mio blog.

Favorite la pubblicazione dei feed dei post sulle piattaforme personalizzate

Qualunque piattaforma di blog utilizzata, dovrebbe garantire l’iscrizione ai feed RSS. Questo permette alle persone di iscriversi ai vostri post e visualizzare i nuovi contenuti su qualsiasi portale personale come iGoogle ad esempio.

Pubblicate i post del blog aziendale con i social bookmark: usatene pochi, ma buoni!

Utilizzate i social bookmark.
Ci sono centinaia di bookmarking e strumenti sul Web ed è assolutamente inutile utilizzarli tutti. Testate e trovate 2, massimo 3 servizi di vostro gradimento e proseguite soltanto con quelli.

Create su Facebook un profilo pubblico della vostra azienda ed evitate di aprire un gruppo

Differentemente da Linkedin, vi consiglio di creare una pagina pubblica su Facebook e non un gruppo. Quest’ultimo è ideale per aggregare persone ma non offre altri strumenti con cui fare marketing.

I profili pubblici, garantiscono una pubblicazione automatica dei post mediante feed rss. Offrono soprattutto l’opportunità di visualizzare gli aggiornamenti direttamente nella home dei profili privati dei vostri iscritti.

Altro aspetto interessante dei profili pubblici di Facebook, sono le statistiche delle pagine. Davvero molto utile in quanto offre una serie di dati sui vostri lettori.

Altro strumento presente su Facebook è NetworkerBlogs con cui trasferire il proprio blog preferito sul noto social network. Ad esempio come ho fatto io, con il mio blog personale e il blog aziendale.

Commentate gli altri blog soltanto quando avete qualcosa da dire. Offrite sempre un contributo di valore

Dal momento che il blogging serve ad alimentare nuove conversazioni, vi consiglio di leggere e commentare gli altri blog sul settore a cui l’azienda appartiene.

Spesso i commenti vengono visti malamente perché molti blogger vi scrivono due scemenze, piazzandovi il link del post o semplicemente mettendo l’indirizzo del blog nella firma.

Non dovete lasciare commenti se non avete nulla da dire. Il commento deve essere concepito come contributo e reale interesse alla conversazione, esattamente come avviene tra persone.

Con un commento di qualità, nessuno potrà rimproverarvi se alla fine lascerete, oltre all’indirizzo del blog nella firma, anche un link diretto a un vostro post.

E’ importante che tale segnalazione sia assolutamente pertinente all’argomento della conversazione.

Usate la vostra email aziendale e promuovete l’indirizzo del blog con uno slogan o frase invitante

Spesso, travolti dalle ultime scoperte e tecnologie del Web, ci dimentichiamo degli strumenti di maggior utilizzo in azienda: le email.

Un altro modo per promuovere il vostro blog è quello di mettere in calce, sotto la vostra firma automatica, l’indirizzo del blog aziendale, possibilmente accompagnato da una frase che ne anticipi le caratteristiche.

Ad esempio sulla firma automatica della mia email, oltre all’indirizzo del mio blog, riporto la seguente frase:

“Blog in Azienda: la cultura del blog aziendale nelle aziende italiane”

Come ho già detto all’inizio dell’articolo, ci sono tanti altri strumenti con cui promuovere il vostro blog aziendale.