Come Scegliere le Aziende su Cui Investire

Ho notato un notevole interesse da parte vostra sulle storiche regole di Peter Lynch. E’ certamente affascinate cogliere gli spunti dei grandi investitori, anche se naturalmente le metodologie di investimento sono e devono essere assolutamente personali e adatte alle caratteristiche di ciascun investitore. Andate a rileggere qualche contributo sui fondi speculativi e concorderete anche sul fatto che oltre al metodo esistono anche strategie operative diverse. Di metodi e strategie, mi chiedete…
a proposito dei movimenti che stanno interessando la finanza italiana in diversi settori, dalle banche alle telecomunicazioni. Non ne ho ancora parlato solo perchè in questa sede non lanciamo “agenzie” o scoop, realizziamo analisi e per farlo abbiamo bisogno di dati certi che allo stato attuale ancora non esistono, si procederebbe solo per tentativi. Vi coinvolgo dunque come da premessa in un’ulteriore considerazione sugli elementi importanti per scegliere le buone società

Individuate le società che hanno un forte marchio: Il marchio o brand all’inglese, è uno degli elementi che caratterizzano il successo anche a livello patrimoniale delle società. Esistono diversi siti in rete che stilano classifiche sulla popolarità dei marchi, Sicuramente un marchio molto diffuso è un vantaggio competitivo sui mercati finanziari.

Seguite sempre società con prodotti di forte impatto presso i consumatori: Abbiamo parlato dell’i-pod di Apple qualche tempo fa, potremmo parlare della Coca Cola o delle automobili Mercedes. E’ difficile, che la fiducia dei consumatori non si perpetui nel tempo, fornendo quei flussi di denaro alle società, che ne ripagano gli investimenti o gli investitori.

Dovete sempre conoscere quanto vendono le società, quanto spendono e dunque quanto rimane nelle loro casse. I margini sono fondamentali, più ampi sono e meno facili sono da erodere.

Studiatevi bene due termini : ROE (Return On Equity) e ROI (Return on Investment), sono i due parametri di efficienza aziendale, che dalla loro buona incidenza e dalla loro crescita, dimostrano le capacità dell’impresa di remunerare e le qualità del management.

Fate paragoni storici di prezzo : Scelte le società, vi chiedete naturalmente se ad acquistarne titoli, la state pagando cara oppure no: Se non siete in possesso degli strumenti che utilizzano gli analisti per scegliere azioni sopravvalutate o sottovalutate, fate dei semplici confronti storici sul prezzo dei titoli. Se siete anche così bravi anche da confrontarli con l’inflazione o i tassi di interesse storici, avrete dei validi argomenti per recarvi dal vostro intermediario di fiducia.

Molto interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *